cose da non fare con il mal di schiena

Mal di schiena, 10 cose da non fare per farlo passare

Sempre più uomini, anche piuttosto giovani, soffrono di mal di schiena. Non è più considerato questo un acciacco dell’età ma vista la vita moderna è un problema molto comune perché è spesso legato alle tante ore al giorno che passiamo da seduti. I motivi per i quali sorge il mal di schiena in un uomo possono essere tantissimi, ma in questa sede non ci occuperemo delle cause o dei rimedi, ma semplicemente dei comportamenti scorretti che molti di noi attuano all’insorgere del problema, e che invece che migliorarlo, rischiano di aggravarlo. Ecco 10 cose da non fare quando si ha il mal di schiena.

1 – Non stare seduti: molte volte una delle cause è proprio la postura sbagliata. La tensione sulla schiena, mentre si sta seduti, spesso in posizione stravaccata, può causare una pressione eccessiva alle articolazioni e alla spina dorsale. Cercate di non passare tante ore seduti e, quando lo fate, imparate la posizione corretta.

2 – Non evitare gli esercizi: è un’intuizione tanto diffusa quanto errata: mi fa male la schiena? Oggi non mi alleno. E invece no. Anche se inizialmente può sembrare difficile allenarsi col mal di schiena, l’esercizio (fatto in modo corretto) aiuta ad alleviare il dolore. Esercitarsi aiuta a mantenere i muscoli forti, fornisce una maggiore circolazione e dà un senso di benessere.

3 – Smettere di cercare le cure miracolose: per farci passare il mal di schiena le proviamo tutte, persino i medicinali che ci promettono mari e monti. Balsami, creme e altri intrugli vari nella maggior parte dei casi ci portano solo a spendere inutilmente un sacco di soldi. Meglio fare degli esercizi adatti e ascoltare i consigli del medico.

4 – Smettere di auto-diagnosticarsi una causa specifica: l’85% delle lombalgie sono classificate come “non specifiche”, cioè che l’origine del dolore non può essere localizzata in una struttura o in un problema specifico. Anche se un test diagnostico può notare se ci sono problemi alle articolazioni, nessun test può scovare al 100% la causa esatta del dolore.

5 – Smettere di sollevare cose pesanti: una delle cause più frequenti del mal di schiena è aver alzato un peso in maniera scorretta. Se il vostro lavoro vi costringe a sollevare oggetti pesanti, chiedete al vostro datore di lavoro un’attrezzatura speciale che possa contribuire a ridurre il peso sulla schiena.

6 – Smettere di piegarsi ripetutamente in avanti: un’altra delle cause più frequenti del mal di schiena sono i piegamenti continui. Questo movimento può causare pressione sui dischi e può comportare dolori muscolari. Limitate dunque i piegamenti in avanti ed effettuate esercizi lombari di piegamento all’indietro per compensare la flessione in avanti.

7 – Smettere di ascoltare i racconti terrificanti degli altri: i racconti degli altri sono fuorvianti e vi possono intimorire. C’è infatti chi può raccontare di aver avuto bisogno di iniezioni, chi di interventi chirurgici. Magari non è il vostro caso e vi basta solo riposare qualche giorno. Ed anche se avrete davvero bisogno di un intervento, dev’essere il medico a dirlo, non il vostro vicino di casa.

8 – Smettere di cercare cure passive: i trattamenti passivi come impacchi di calore o borse del ghiaccio possono dare sollievo immediato ma non risolvono il problema. Solo i trattamenti tradizionali come gli esercizi e la terapia possono risolverlo davvero.

9 – Smettere di fumare: alcuni studi hanno dimostrato che fumare aumenta la gravità del mal di schiena.

10 – Smettere di aspettare che il dolore passi da solo: se il dolore non passa dopo una settimana o due, non passerà da solo, dunque visitate il medico. I rimedi domestici possono essere provati nei primi giorni, ma se la situazione non migliora vuol dire che la situazione è più seria e non si può risolvere con il fai da te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *