Traslochi Roma: 5 consigli utili

Traslocare nella capitale assomiglia per alcuni aspetti a qualsiasi trasloco, ma è unico per molti altri. Se consideriamo scatoloni, imballaggi e viaggi per trasportare le nostre cose ecco, siamo di fronte ad un qualsiasi trasloco.

Se traslochi a Roma e hai trovato casa in un condominio con le scale o solamente un piccolo ascensore, oppure devi affrontare il traffico tipico della grande città, all’eventualità che probabilmente non avendo un camioncino, forse dovrai noleggiarlo (da chi? a che costo? a quali condizioni?), o chiedere a qualcuno un aiuto materiale… allora le cose iniziano a complicarsi. Senza contare il fattore tempo: i traslochi Roma non si completano certo in un’ora o due.

Traslochi Roma: cernita degli oggetti e dell’arredo

Il trasloco è un momento chiave nella vita di una persona perché rappresenta il momento in cui tutte le cose che abbiamo ci tornano davanti e dobbiamo deciderne cosa farne. Possiamo quindi fare una cernita di quello che davvero ci serve e quello che invece può essere regalato, venduto o riciclato all’oasi ecologica. Stessa cosa vale per l’arredo: ci servono tutti gli attuali mobili? Le loro dimensioni sono compatibili con la nuova abitazione? Possono essere smontati e riassemblati o per motivi di costi e tempi conviene comprarne di nuovi?

Passiamo all’imballaggio

È il momento dell’imballaggio vero e proprio: quasi tutti i grandi e piccoli negozi hanno vicino all’uscita una grande raccolta di scatole e scatoloni di ogni forma e dimensione. Se iniziamo ad organizzarci per tempo, potremo collezionare tutto il materiale che ci serve per il trasloco. La carta di riempimento può essere quella recuperata da vecchi giornali e riviste, volantini pubblicitari e tutto quello che giorno dopo giorno finisce nelle buchette della posta nostra, di amici e parenti. Chiediamo loro di conservarne anche per noi 🙂 Per le cose più delicate si possono utilizzare anche vecchi indumenti, come riempimento morbido e stabile.

Per la chiusura degli imballi servirà nastro adesivo o spago: è utile scrivere sopra ogni scatola il suo contenuto, in modo da ritrovare più agevolmente quello che serve al momento del bisogno (probabilmente non apriremo tutti gli scatoloni insieme e alcuni avranno la priorità). Il numero e il peso degli scatoloni può essere richiesto dalle aziende che si occupano di traslochi Roma, al momento della richiesta di preventivo, quindi meglio organizzarsi per tempo.

Il bagaglio…da viaggio

Il trasloco di per sé è come un piccolo viaggio: ogni componente della famiglia, animali compresi, deve avere il classico bagaglio a mano per le cose di prima necessità, in modo da avere quel che serve per almeno due o tre giorni, il tempo di assestarsi da una dimora all’altra.

Smistamento merce

In un modo o nell’altro siete nella nuova casa con tutte le vostre cose imballate. A questo punto si può decidere di aprire e mettere a posto una scatola alla volta, ricordandosi di smaltire carta, cartone e plastica. In fondo questo è il momento più bello: riorganizzarsi in un nuovo ambiente, decidere la nuova disposizione delle cose… è un po’ come mettere ordine nella propria vita.

Ditta di traslochi specializzata

Eccoci all’ultimo consiglio. Fortunatamente esistono ditte specializzate in traslochi Roma che pensano a tutto, dall’imballaggio al deposito, dal noleggio dei mezzi più adatti al trasporto, dallo smontaggio al nuovo assemblamento del tuo arredo: il servizio offre una garanzia completa di qualità e copre tutte le regioni di Italia. È quindi adatto per traslochi a breve e lunga percorrenza: traslocare a Roma è diventato improvvisamente facile, vero? 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *