dieta esercizi

Alimentazione: i 14 cibi che danno energia in palestra

Tutti amiamo fare sport, ma alle volte ci sentiamo giù di forma. Se vi sentite senza energia, e non ci sono motivi di carattere medico per cui ciò accade, c’è ancora la possibilità di ottenere uno sprint per poter affrontare una nuova sessione in palestra o continuare quella già iniziata: mangiare i cibi giusti. Non parliamo né di alimenti “dopanti”, né di un regime dietetico preciso. In questo articolo tratteremo dei cibi che forniscono una carica di energia immediata e sufficiente per affrontare un’attività fisica estenuante.

Patate dolci: questi tuberi, diversi dalla patata normale (o bianca), sono molto più nutrienti. Offrono infatti beta-carotene, vitamina C e manganese, più una fibra che tiene lontane le malattie. Secondo Kary Jercich, head health coach dello Studiomix di San Francisco, i suoi carboidrati amidacei, mangiati in combinazione con proteine ​​magre dopo un allenamento, fungono da catalizzatore per le proteine che entrano nel tessuto muscolare e iniziano la riparazione e il processo di ricostruzione, mantenendo le energie su ed il grasso corporeo giù.

Olio di cocco: è un grasso altamente digeribile che fornisce una grossa quantità di energia immediatamente disponibile per il corpo. Aumenta naturalmente il metabolismo e consente di conseguenza di bruciare più energia. Inoltre fa funzionare bene la tiroide e rimuove lo stress pancreatico.

Banane: notoriamente sono una sana fonte di potassio, un elettrolita di cui il corpo ha bisogno ma che si perde durante l’esercizio fisico. Un recente studio dell’Appalachian State University ha dimostrato come le banane abbiano le stesse potenzialità delle bevande sportive. Riducono anche l’affaticamento muscolare.

Uova: forniscono micronutrienti e proteine. La conseguenza del loro consumo è la costruzione della massa muscolare. Secondo l’istruttore di pilates Ravi Machado, il momento ideale per mangiarle è entro 45 minuti dopo la fine della sessione di allenamento per mantenere in forma i muscoli. La quantità giusta sono due, sode.

Salmone: il salmone fornisce proteine sane che prevengono la disgregazione muscolare, oltre che fornire grassi omega-3, grassi acidi che combattono le infiammazioni.

Noci: le noci hanno le stesse caratteristiche del salmone, e dunque sono ideali per chi è vegetariano o vegano, o semplicemente a chi non piace il salmone.

Acqua di cocco: l’acqua nella quale viene lasciato il cocco a macerare può avere un sapore non proprio buonissimo, ma è una fonte ottimale di elettroliti, all’incirca quanto le bevande energetiche. Per Machado è ideale consumarne 150-250 ml in totale prima e durante l’esercizio.

Avocado: l’avocado fornisce dosi di grassi buoni che il corpo utilizza come se fosse del combustibile. È anche ricco di vitamina C, K, B6, fibre e acido folico.

Olio d’oliva: oltre a combattere i radicali liberi ed il colesterolo, fornisce anche grassi buoni e calorie da utilizzare per avere più energia. Va consumato però rigorosamente a crudo.

Acai: si tratta di bacche native del Centro e Sud America ma presenti ormai anche nei nostri supermercati. Contengono molti antiossidanti, vitamine, minerali e fitonutrienti, e sostengono il corpo durante lo sforzo fisico. Secondo Machado l’ideale è consumarne piccole quantità, meno di 100 ml, un’ora prima dell’esercizio fisico, anche insieme a una banana.

Cavolo: anche se ha un sapore non proprio ideale, è molto nutriente. Il cavolo contiene vitamina C, K, calcio, manganese e fibra alimentare. Contribuisce ad aumentare i livelli di ossigeno nel sangue, aumentando la resistenza fisica.

Uva passa: una manciata di uva passa fornisce dei carboidrati sani che prolungheranno la riserva energetica. Si può consumare anche appena prima di cominciare l’allenamento.

Fiocchi di latte: forniscono proteine in grado di fornire tutti gli amminoacidi di cui il corpo ha bisogno. L’alternativa è la ricotta.

Albicocche: consumate appena prima dell’allenamento forniscono nutrienti essenziali e carburante per il fisico perché hanno una digestione rapida e dunque non creano alcun disagio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *