cose da non fare

10 cose che un uomo non dovrebbe più fare dopo i 30 anni

Gli uomini rimangono sempre un po’ bambini anche quando raggiungono la mezza età, ma per la società, una volta diventati adulti, ci sono dei comportamenti che non sono accettabili. Fatto salvo sempre il diritto di potersi divertire, purtroppo ci sono alcune cose che, raggiunta una certa età, è il caso di non fare più. A 30 anni non si è di certo vecchi, ma il “3” è un numero importante, con il quale si sancisce che la giovinezza è definitivamente finita e che quindi ci porta a non fare più determinate cose. Vediamo i comportamenti che un uomo non dovrebbe più assumere dopo i 30 anni.

10 – Mangiare nei fast food: il cibo da fast food, si sa, non è proprio il più salutare, ma finché avevate 20 anni lo smaltivate facilmente. Dopo i 30 il metabolismo rallenta e così hamburger e patatine cominciano a rimanere, letteralmente, sullo stomaco. Sballandoci i valori del sangue e facendoci crescere una pancetta che prima non avevamo mai visto.

9 – Guidare incautamente: in tutto il mondo ogni anno muiono circa 1 milione di persone a causa di un incidente d’auto, e 50 milioni restano ferite. Questo rende evidente che bisogna guidare con cautela sempre, sin da quando si compiono 18 anni, ma bisogna mantenere una ulteriore attenzione man mano che si cresce perché dopo i 30 anni, e ancora di più dopo i 40 o i 50, i riflessi sono meno attivi di quando eravate neopatentati. Dunque alzate il piede dall’acceleratore.

8 – Giocare continuamente ai videogiochi: ormai i videogiochi sono ovunque, non solo nelle sale giochi o in salotto, ma anche dentro la nostra tasca sui telefonini, tablet e tanto altro. Con questo non vogliamo dire di non giocare mai più ad un videogioco, ma se avete passato le ultime 48 ore della vostra vita appiccicati ad un computer perché dovete uccidere un certo numero di nemici, o perché vi stanno per nascere le rape nell’orto, vuol dire che qualcosa non va. A 30 anni è il caso di fare qualcosa di più produttivo e magari dedicare ai videogiochi solo i ritagli di tempo.

7 – Dormire in un dormitorio: dopo i trent’anni ci si aspetta che il proprio stile di vita cambi, ci si prendano delle responsabilità e, se non siete fidanzati o sposati, almeno andiate a vivere da soli. Dev’essere triste a 35 anni ritrovarsi in casa con una matricola che ha la metà della vostra età.

6 – Fare tatuaggi: partiamo subito col dire che non c’è nulla di male a farsi i tatuaggi, ma ci sono diversi tipi di tatuaggi. Dopo i 30 non ha più tanto senso tatuarsi il nome della rock band o quello del cantante morto dieci anni fa, piuttosto che qualche animale fantasy. Sono invece visti meglio tatuaggi più sobri tipo il nome di un figlio o della moglie, e comunque piccoli e non pacchiani.

5 – Binge drinking: qui c’è una spiegazione scientifica. L’alcool fa male, ok, ma a vent’anni si smaltisce molto più facilmente che dopo i 30. Il fegato, dopo una certa età, fa molta più fatica a smaltire l’alcool e, di conseguenza, può comportare malattie anche gravi come cirrosi o addirittura il cancro.

4 – Vivere alla giornata: finora avete vissuto guadagnando e spendendo tutto ciò che avevate perché eravate in salute. Ma dopo i 30 cominciano i primi acciacchi e dunque meglio mettere qualcosa da parte per il futuro, non si sa mai, o per mettere su famiglia. Insomma, bisogna mettere la testa a posto e non pensare più al qui e ora.

3 – Aspettare che il lavoro piova dal cielo: finora vi siete arrabattati tra un lavoretto ed un altro, ma avete atteso per anni il lavoro dei vostri sogni. Ora che avete 30 anni e che il lavoro non vi è ancora caduto tra le braccia, è il caso di cominciare a mettere i piedi per terra e capire cosa davvero potete fare e non più quello che vorreste fare.

2 – Essere politicamente e socialmente incompetenti: sono tantissimi i giovani che dicono “non mi interessa della politica, tanto sono tutti uguali”. È un ragionamento che si può fare quando si è piccoli, ma ora è arrivato il momento di prendere in mano la vostra vita e questo significa interessarvi anche alle questioni politiche.

1 – Vestirsi sciatti: finché eravate adolescenti potevate sembrare dark, gothic, emo, paninari, fricchettoni o in mille modi diversi, ma adesso non avete più l’età e dovete dimostrare di essere uomini anche nel modo di vestirvi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *