Alopecia seborroica, quali sono i rimedi che funzionano?

L’alopecia seborroica è un problema che riguarda soprattutto i giovani. Di cosa si tratta? Come riconoscerla? E come combatterla? Ecco tutte le risposte.

Quando si parla di calvizie, si tende ad associare il problema ad un’età avanzata. In realtà, la perdita di capelli può riguardare anche i giovanissimi: l’alopecia seborroica è proprio la caduta di capelli precoci, che colpisce soprattutto i ragazzi maschi dai 18 ai 30 anni. Istituto Helvetico Sanders si occupa da trent’anni di problematiche che portano alla caduta dei capelli e ha sviluppato rimedi specifici per l’alopecia seborroica. Scopriamo quali sono e come riconoscere questo disturbo.

 

Cos’è l’alopecia seborroica

Si definisce alopecia seborroica la caduta di capelli precoce che si manifesta prevalentemente in giovani uomini, a partire da 18-20 anni e fino ai 30 circa. La causa di questa eccessiva perdita di capelli è da ricercarsi nella produzione di sebo.

Il sebo è una sostanza molto importante per il nostro organismo. Ha diverse funzioni: in particolare, protegge la superficie cutanea e le strutture capillari dalle aggressioni esterne e impermeabilizza la superficie esterna del capello. Se ne viene prodotto troppo, però, ha delle conseguenze negative per i capelli: il Ph diventa più acido, il metabolismo si altera, il turn over cellulare viene compromesso e il risultato è un’anormale perdita di capelli.

 

Come agisce il sebo sui capelli

Ecco che cosa succede nello specifico. Se la produzione di sebo è eccessiva, il follicolo capillare subisce un danno e si trova in una situazione di costante infiammazione. Questo causa una variazione della produzione capillare e del ciclo di vita del capello. In altre parole, viene provocata o velocizzata la caduta dei capelli, soprattutto nella zona frontale e sul vertice della nuca.

L’eccessiva produzione di sebo che causa alopecia seborroica è causata nella maggioranza dei casi da squilibri ormonali di diverso tipo, ma può essere anche dovuta all’attività dell’enzima 5-alfa-reduttasi che converte il testosterone in diidrotestosterone (DHT): è proprio lui che stimola la produzione sebacea. La quantità e la distribuzione sul cuoio capelluto di questi ricettori determina la gravità con cui si manifesta la perdita di capelli. Visto che le donne hanno molti meno ricettori nei follicoli, sono soprattutto gli uomini a soffrire di seborrea e capelli grassi.

 

Come riconoscere l’alopecia seborroica

Per sapere se ci si trova davvero in presenza di alopecia seborroica, ci sono alcuni sintomi da osservare con attenzione. Ecco le caratteristiche più comuni che accompagnano questo disturbo.

  • Desquamazione del cuoio capelluto e presenza di forfora grassa.
  • Prurito e indolenzimento del cuoio capelluto dovuti all’accumulo di sebo nella parte terminale dei follicoli piliferi.
  • Capelli crespi, arruffati, non uniformi e molto oleosi, soprattutto alle radici.
  • Stempiatura che progredisce fino alla regione frontale e superiore della testa.
  • Irritazione del cuoio capelluto ma anche di naso, bocca e sopracciglia, nei casi più gravi.

Se notate uno o più di questi sintomi, la cosa da fare è rivolgersi a degli specialisti per affrontare tempestivamente il problema con trattamenti e rimedi davvero efficaci.

 

I rimedi per l’alopecia seborroica

La cosa più importante quando abbiamo a che fare con l’alopecia seborroica è la tempestività.

Intervenire già alle prime avvisaglie è fondamentale per normalizzare lo stato di salute del cuoio capelluto ed evitare che la caduta dei capelli raggiunga livelli di allarme. La prima cosa da fare è accertare le cause che determinano l’eccessiva produzione di sebo: solo dopo sarà possibile intervenire con trattamenti specifici che andranno a normalizzare il sebo sulla cute.

L’Istituto Helvetico Sanders, che da oltre trent’anni opera nel settore tricologico, offre una visita specialistica gratuita per indagare le cause del problema e, solo dopo, propone trattamenti mirati per la soluzione del problema. Oltre all’utilizzo di prodotti ricchi di sostanze funzionali per ripristinare la corretta produzione di sebo, nei casi di perdita di capelli più avanzata ed evidente c’è la possibilità di ricorrere al trapianto di capelli che rimane la soluzione più evoluta per recuperare una chioma naturale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *