compiti padre con neonato

Neonati: cosa deve fare un padre nelle prime 3 settimane

Le prime 3 settimane di vita di un bambino sono fondamentali per la sua crescita. Per la maggior parte del tempo il neonato compie solo due azioni: mangia e dorme (veramente sono tre, ovvero riempire il pannolino, ma sorvoliamo al momento sulla terza). Per questo motivo la maggior parte del lavoro spetta alla madre. Ma anche se un padre non può allattare al seno il proprio figlio, non è detto che non possa dare una mano. Per questo motivo è importante sapere cosa deve fare un padre nelle prime 3 settimane di vita del figlio.

Aiuto alla partner

Per prima cosa dovete assicurarvi che ci sia sempre dell’acqua a disposizione della madre, durante l’allattamento aumenta la disidratazione e per farla stare in buona salute è bene aiutarla ad avere sempre a disposizione dell’acqua. Siate a sua disposizione alla fine dell’allattamento per prendere il bambino quando ha finito di mangiare e metterlo a dormire.

Tra i compiti che di solito spettano ai padri, per quanto possibile conciliandoli con gli orari di lavoro, ci sono il bagnetto, vestirlo e fargli fare il ruttino, tutte cose che potrebbero alleggerire il carico di lavoro per una mamma già abbastanza stremata dopo il parto e per l’allattamento. Ricordate infatti che il contatto pelle-pelle è importantissimo per creare un legame padre-figlio, ed infatti recenti studi hanno sottolineato come un abbraccio abbia un’importanza fondamentale nella crescita del neonato più di mille giocattoli.

Non fate mai mancare il supporto morale alla vostra partner. Mantenete la calma anche quando il pianto a dirotto potrebbe farvi perdere la pazienza, portate il bambino a fare un giro in macchina se vedete che lei si sta cominciando ad innervosire, e non fatele mai mancare le attenzioni nonostante il suo aspetto sfinito dal compito di mamma può farvela sembrare meno attraente del solito. Può sembrare qualcosa di scontato, ma è un errore che molti uomini compiono.

Il manuale del padre perfetto

Cose da ricordare in questa fase sono inoltre:

  1. Preparare dei biberon con del latte artificiale almeno 1-2 volte al giorno per dare una pausa alla vostra compagna, in particolare durante la notte per evitare che sia lei tutte le volte a svegliarsi per la pappa;
  2. Non abbiate paura a rivolgervi al pediatra o ad altri padri se avete domande o dubbi sullo stato di salute del bambino, o semplicemente per conoscere cosa bisogna fare in determinate circostanze;
  3. Non esagerate con gli ospiti, il bambino deve stare il più tranquillo possibile ed anche se le interazioni sociali vanno bene, nelle prime 3 settimane è bene che ne abbia tante solo con i suoi genitori, mentre con gli altri parenti o amici è meglio ridurre i contatti allo stretto necessario.

Per ogni dubbio potete contattare i centri locali adibiti all’educazione dei neo-genitori oppure contattare il pediatra di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *