come indossare lo smoking

Smoking, come indossarlo con stile

Lo smoking è uno dei capi d’abbigliamento preferiti dagli uomini perché, di solito, con lui si va sempre sul sicuro. Lo smoking è, all’apparenza, sempre uguale, non ci si può sbagliare. E invece non è così. Non è un caso che indossato da alcune persone sta da Dio, e su altre invece risulta ridicolo. Non sempre la corporatura o la bellezza incidono, ma contano alcuni piccoli dettagli che, complessivamente, fanno la differenza tra uno smoking indossato con stile ed uno sciatto.

Cominciamo dal basso. Le scarpe da indossare sotto uno smoking devono essere necessariamente nere e in pelle. Al bando dunque scarpe da ginnastica per fare “gli alternativi”, o mocassini di altri colori. Si pensa che le scarpe debbano essere per forza di vernice, ma questo è un falso mito. Vanno bene anche scarpe eleganti con i lacci o i mocassini, l’importante è che siano in pelle nera.

Saliamo al pantalone. Questo dev’essere nero, anche se con alcuni modelli può andare anche il blu scuro. Dev’esserci una banda di raso sulla cucitura esterna e non deve avere assolutamente il risvolto. Non per altro molti smoking vengono fatti su misura. Salendo ancora passiamo alla camicia che deve essere bianca, con polsini doppi e pieghe verticali sul davanti che devono arrivare fino alla vita.

Il capo più importante di tutti è però la giacca. La giacca classica dello smoking è nera, ma allora potreste obiettare, perché alle volte si vedono dei vip che ne indossano una bianca? In realtà la moda prevede l’esistenza della giacca bianca sullo smoking nei casi delle occasioni all’aperto come ricevimenti in terrazza o in giardino, inaugurazioni e simili. In questo caso, se si sceglie la giacca bianca, i pantaloni non devono assolutamente essere bianchi perché altrimenti si può venire confusi con un cameriere o con l’animatore della serata. Il colore dei pantaloni dev’essere dunque diverso da quello della giacca. Se si opta invece per una serata di gala, la giacca dev’essere nera con, come detto prima, il pantalone nero. La giacca da smoking deve prevedere il doppio petto, anche se quelle più moderne e giovanili possono prevedere un petto solo, senza spacchi e senza bavero.

Infine, il tocco di classe, è rappresentato dal simbolo dello smoking, ovvero il papillon. Attenzione a non mettere la cravatta: sullo smoking ci va il tipico farfallino. Il colore è quello nero e non si scappa, altri colori non sono accettabili se si vuole avere uno stile impeccabile. Ultimamente vanno di moda alcune fantasie che aggiungono un po’ di colore al papillon, ma si tratta comunque di scelte per casi meno formalie comunque tendenti ai colori scuri.

Per ultimo possiamo aggiungere un accessorio come la fascia che si può inserire al livello della vita e che gira intorno, finendo con l’infilarsi nei pantaloni. Non è però un obbligo e, per chi vuole, può tranquillamente farne a meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *