Home » Lifestyle uomo » Come organizzare un addio al celibato originale

Come organizzare un addio al celibato originale

Contenuto dell'articolo

Hai già creato il gruppo su Whatsapp? Ecco: raccogliere tutti i contatti e i numeri di telefono dei partecipanti è la prima cosa da fare per organizzare un addio al celibato in piena regola. Per rendere unica questa giornata è necessario però pensare per tempo a come si dovrà svolgere. Se sei il testimone di nozze sappi che per tradizione sei tu il predestinato organizzatore: hai l’onere e l’onore di accompagnare lo sposo durante la sua ultima serata brava e di presenziare in maniera ufficiale al suo inizio con la vita di coppia. In entrambi i casi con la giusta commozione!

Come organizzare un addio al celibato fai da te

Sicuramente avrai bisogno di uno staff particolarmente unito e affidabile. Chiama a raccolta gli amici più stretti dello sposo, senza dimenticare fratelli e cugini, ma facendo in modo che nessuna notizia trapeli, soprattutto in ambito familiare. Il segreto su quello che avverrà durante la festa è il primo patto che lega tutti i partecipanti: ma non perchè durante l’addio al celibato debbano necessariamente accadere cose inconfessabili! Ci si può divertire anche senza infrangere la legge! Tuttavia è bene che resti sempre un alone di mistero intorno all’ultima giornata da single del tuo migliore amico: è giusto così.

Ecco allora che la prima cosa originale cui puoi pensare è scrivere una lettera di impegno che sarà firmata poi da tutti gli amici e successivamente anche dallo sposo: il testo deve essere ovviamente divertente e goliardico, perché andrà letto in pubblico, possibilmente con un megafono. D’altra parte uno degli scopi dell’addio al celibato è mettere in ridicolo lo sposo davanti ad altra gente, quindi questa lettera sarà sicuramente un grande inizio. Lo sposo sarà infatti chiamato a declamare la missiva ad un semaforo oppure in aeroporto, nella palestra più in della città, alla fermata più affollata della metropolitana o in qualsiasi altro luogo pieno di gente pronta ad ascoltare.

Com’è lo sposo? Ecco come organizzare un addio al celibato a seconda del protagonista!

Esistono anche delle agenzie che si occupano di organizzare gli addii al celibato, ma non c’è più grande soddisfazione che fare da soli! Questo consentirà di scatenare la tua creatività e personalizzare al massimo la festa, senza contare che anche la spesa sarà decisamente più contenuta.

Per arricchire il tuo programma di addio celibato artigianale, prendi in considerazione i gusti e le tendenze del protagonista e portale alla loro massima esaltazione, sempre sotto la gutda dello spirito di cameratismo. Quindi, con foto e video-camere rigorosamente accese, ecco cosa si può fare:

  • se lo sposo ama l’avventura si possono preparare esperienze a sorpresa come un campeggio in montagna, dove sarà chiamato a completare delle prove al limite dell’assurdo come: montare una tenda senza istruzioni, condurre un gregge di pecore, risalire un torrente e così via;
  • se lo sposo invece ama la cultura, è bene condurlo in una città  d’arte e obbligarlo ad offrirsi come Cicerone ad un gruppo casuale di turisti, cui dovrà illustrare un monumento, un dipinto o una chiesa;
  • se lo sposo si caratterizza per l’indole del classico latin lover sarà chiamato a creare una lista di numeri di telefono e fotografie scattate insieme a delle ragazze, recuperate durante la giornata. Più avanza l’età della donzella conquistata, più punti gli saranno assegnati.

Oltre alle classiche idee come il giro dei bar, la discoteca, la sfida a paintball, il rafting, il weekend in una bella capitale europea, si possono organizzare alcune gag come ad esempio il finto arresto dello sposo, dove dei complici travestiti e credibili lo condurranno in un locale in cui vi ritroverà per continuare la festa… Oppure il finto bungee jumping: con le giuste premesse e il giusto contesto, lo sposo crederà di doversi tuffare nel vuoto ma in realtà l’altezza sarà di appena un metro e mezzo con atterramento su un gonfiabile: la sua adrenalina e le vostre risate rimarranno indelebili nel tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *