Home » Lifestyle uomo » Smart speaker a confronto: Amazon Echo e Google Home

Smart speaker a confronto: Amazon Echo e Google Home

Contenuto dell'articolo

Se vuoi farti un regalo per cominciare l’anno nuovo all’insegna della modernità, questo articolo fa proprio per te! Oggi infatti parliamo di smart speaker, una nuova realtà tecnologica che coinvolge e rende più semplice e divertente la nostra vita domestica.

In questo approfondimento vogliamo mettere a confronto i più famosi Smart speaker sul mercato italiano, prodotti da Amazon e Google. Stiamo facendo riferimento al fenomeno della intelligenza artificiale che pur risultando ancora piuttosto limitata come possibilità di comprensione e funzionalità, ha generato dispositivi estremamente reattivi ed efficienti che possono aiutare a rispondere a diverse esigenze.

Quello che distingue i vari Smart speaker è la qualità del suono e le funzioni integrate, tuttavia essendo prodotti piuttosto differenti, è opportuno non tanto individuare un vincitore quanto comprendere in base alle esigenze e ai propri dispositivi già adottati – e alle abitudini – quale sia la scelta più indicata.

Amazon Echo: pronti all’e-shopping vocale?

Partiamo dalla soluzione Smart speaker proposta dal colosso mondiale del commercio elettronico, Amazon Echo che è stato realizzato nelle versioni standard e Plus. Quest’ultima si distingue per una maggiore qualità dell’audio e una più estesa integrazione con le varie funzionalità smart. Esiste anche una variante Spot che si differenzia molto dai vari competitors dato che presenta uno schermo integrato capace di offrire info grafiche oltre al suono.

Il prezzo di questo dispositivo varia da 50 fino a circa 150 euro – anche se è possibile trovare diverse offerte scontate. A tutte le versioni è possibile aggiungere un potente subwoofer per migliorare ulteriormente la qualità del suono. Chi utilizza Amazon con frequenza troverà estremamente utile questo dispositivo smart data la naturale integrazione con il sito internet di vendita, Prime Music e Prime Video (che sono tutti servizi inclusi negli abbonamenti Prime). La soluzione proposta da Amazon è estremamente soddisfacente tuttavia bisogna ricordare che per quanto riguarda la libreria musicale si tratta di un catalogo ridotto rispetto a quello illimitato accessibile attraverso un ulteriore abbonamento rispetto al Prime di base.

Differenze tra Amazon Echo e Google Home

Comunque la piattaforma di Amazon è una soluzione che bilancia la qualità e il prezzo con una qualità audio soddisfacente e per la quale si segnalano solo alcune incertezze sulla comprensione di nomi in inglese dovute alla traduzione in italiano.

Rispetto all’assistente Google cui siamo abituati, Alexa di Amazon risulta meno reattiva e completa tuttavia nelle funzioni più semplici si comporta in maniera egregia e le sue capacità possono essere estese grazie alle cosiddette skill che costantemente vengono aggiornate e messe a disposizione degli utenti.

Un aspetto molto interessante di questo prodotto, che in tal senso risulta superiore al prodotto Google, è la sua predisposizione alle funzioni di domotica nel controllo della casa per quanto riguarda ad esempio l’illuminazione e le chiusure elettroniche, i termostati e i sistemi di sicurezza.

Per quanto riguarda Google Home parliamo di una soluzione che in Italia è presente nel formato Home e Mini e che trova il proprio punto di forza nel fatto che i servizi offerti possono essere utilizzati con estrema facilità da chiunque sia già abituato a usare l’assistente vocale del proprio telefono Android. Esso risulta naturalmente collegato con tutti i servizi Google classici dalle mappe alla posta elettronica, dalle note al calendario: questo significa che tanti utenti troveranno le funzioni estremamente familiari. Il rilevamento vocale e il riconoscimento dei comandi offre ad ogni modo possibilità superiori rispetto al dispositivo Amazon in termini di interazione.

Google Home consente ad esempio di fare domande sul meteo, sull’età di un personaggio famoso, su un evento storico, su una ubicazione geografica ed interagire chiedendo opinioni, barzellette e regole di giochi di società, solo per fare alcuni esempi. Le innumerevoli potenzialità di questa piattaforma sono legate all’infinito spazio in cui Google può muoversi e che si integra in maniera perfetta nella redazione di note, liste, e-mail, messaggi, attivazione di playlist musicali, promemoria, sveglie, traduzione simultanea in tutte le lingue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *