Capelli lunghi: come portarli anche d’estate

Portare i capelli lunghi d’estate può sembrare utile quanto portare della sabbia in spiaggia. Con i 35-40 gradi di agosto non sembra essere una gran trovata tenere i capelli lunghi, ed infatti molti “capelloni” aspettano questa stagione per dare una sfoltita o cambiare look, tagliandoseli corti. Ma perché dobbiamo essere costretti a cambiare il nostro stile solo perché fa caldo? I capelli lunghi in effetti possono incrementare la sensazione di calore, ma se curati nella maniera corretta possono creare meno fastidio di quanto si pensi. Dopotutto basti pensare che le donne i capelli non se li tagliano mica d’estate. Come fanno? Semplice, anche loro hanno i loro trucchi.

In questo articolo non vi suggeriamo qualche trucco femminile (un uomo con la cipolla in testa non fa una gran figura), ma qualche altro piccolo accorgimento che vi permetterà di mantenere il vostro taglio preferito senza necessariamente morire dal caldo. Tanto per cominciare, ci vuole disciplina. Dimenticatevi dunque i capelli “ribelli”, per fare in modo che non creino calore devono stare belli dritti ed ognuno nella sua posizione. Anche se le ciocche lunghe diverse dalle altre vi danno quell’aria da “bello e dannato”, non è questo il momento di portarle.

Cominciate con lo spazzolarli ai lati in modo che stiano belli ordinati dietro le orecchie. L’hairstylist Julien Farel, che si occupa del look di Rafa Nadal e Adrien Brody, dice che i ritocchi sono fondamentali in questa fase. Bisogna fare in modo che ai lati la chioma sia assottigliata, anche magari dandole qualche colpo di forbice ogni tanto. Dopodiché, una volta raggiunte le spalle, l’altezza ideale per i capelli lunghi d’estate, è arrivato il momento di passare al taglio vero e proprio.

In questa fase infatti va data la forma definitiva. Il barbiere vi laverà i capelli e, solo dopo averli asciugati potrete valutare quale sia il taglio più giusto da dare. Per l’estate sono consigliati quelli scalati, ma in ogni caso, almeno questo aspetto, lo lasciamo al gusto di ognuno di voi. L’importante è dargli una forma precisa perché si evita di sembrare troppo trasandati, e poi anche che i capelli producano una sorta di “effetto serra” sulla testa, facendovi percepire una temperatura più elevata di quella che in realtà c’è.

Infine, mai dimenticarsi lo stile. La cosa bella è che, non essendo più lunghi delle spalle, c’è bisogno di poca manutenzione. E più sono corti e meno manutenzione c’è da fare. Una volta raggiunta la lunghezza desiderata, date un po’ di grinta ai capelli definendoli in un taglio preciso e stilizzandoli con i prodotti appositi quali gel e altri che sicuramente già conoscete. Il consiglio è di utilizzare i prodotti anti-umidità perché, visto il particolare tasso estivo, c’è il rischio di incappare nell’effetto crespo e, semmai, anche di vederli gonfiare come un palloncino ormai ingestibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *